Menu

Airsafe, arriva il boccaglio anti-valanga

Pubblicato il 15 gennaio 2016 in Cronaca

airsafe  

Un dispositivo per aumentare la percentuale di sopravvivenza sotto una valanga. L’invenzione, una sorta di boccaglio chiamato Airsafe, potrebbe arrivare da un progetto condotto dall’Eurac, accademia europea di Bolzano, il centro di Medicina di Montagna dell’Ausl Valle d’Aosta, Cnr e Università di Padova. Sulle nevi di Cervinia – come riporta il sito Alto Adige Innovazione – ad oltre duemila metri di altezza verrà messo alla prova un dispositivo che permette di respirare più a lungo sotto la neve: il nome è Airsafe. Che cos’è? Un sistema di tubi con boccaglio che viene indossato con una cintura toracica prima del seppellimento. I tubi consentono di separare l’aria inspirata da quella espirata.

Si tratta di sfruttare l’aria presente nella neve – che rappresenta fino al 60% del volume della valanga – prelevandola dalla parte anteriore del corpo. L’aria espirata, carica di CO2 e quindi velenosa per l’uomo, viene espulsa alle spalle della persona. In questo modo è possibile evitare la respirazione di anidride carbonica tossica ed evitare il soffocamento. Sono 12 i volontari adulti che simuleranno due situazioni di possibile seppellimento durante valanga. I test consentiranno di stabilire quanta aria pulita si riesce a creare attraverso l’ingegnoso boccaglio da neve.

Puoi leggere anche

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie