Menu

Macroregione alpina, appuntamento a Longarone

Pubblicato il 21 gennaio 2016 in Cronaca

macroregione alpina  

Il 25 gennaio, in occasione della conferenza di Brdo (Slovenia) nascerà ufficialmente l’Eusalp, la macroregione alpina che coinvolgerà 70 milioni di abitanti e sette diversi Paesi europei. Per l’occasione il Veneto vuole arrivare preparato, e a tal fine è stato organizzato un incontro, venerdì 22 gennaio, dal titolo «Eusalp: una sfida comune per gli stati membri e le regioni», volto a discutere sulle nuove strategie della macroregione alpina.

Tra i relatori anche Maroni e Zaia

L’evento avrà luogo al Centro congressi di Longarone, con inizio alle ore 9:30. Tra i relatori saranno presenti Roberto Maroni, che ha anche il ruolo di Coordinatore delle regioni italiane del Gruppo di lavoro Eusalp, e il presidente della Regione Veneto Luca Zaia. Sulle sfide e sui progetti futuri di questa nuova macroregione relazioneranno anche Gianpaolo Bottacin, assessore all’Ambiente, Federico Caner, assessore al Turismo, Stefano Sisto, direttore della sezione Economia e sviluppo montano e Gian Angelo Bellati, segretario generale di Unioncamere.

L’Eusalp sarà la quarta macroregione riconosciuta da Bruxelles

Il Veneto è una delle otto regioni e provincie autonome italiane a far parte dell’Eusalp, assieme ad Alto Adige, Trentino, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Friuli Venezia Giulia. Nel 2015 l’UE ha approvato l’istituzione dell’Eusalp che diviene la quarta strategia macroregionale riconosciuta ufficialmente da Bruxelles. Ha come obiettivo quello di essere la piattaforma attraverso cui le regioni dell’arco alpino collaboreranno alla ricerca di soluzioni per rispondere alle esigenze dell’area alpina.

Puoi leggere anche

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie