Menu

Cortina a Londra per lanciare la stagione invernale

Pubblicato il 17 ottobre 2016 in Cronaca

"Panoramica dal Lagazuoi(Tofana di Rozes)" by MaiDireLollo - Own work. Licensed under CC BY-SA 2.5 via Wikimedia Commons  

Cortina d’Ampezzo si è presentata a Londra. E lo ha fatto in una cornice di prestigio, la Royal Academy, a Piccadilly, lì dove in genere si tengono mostre di rilevanza globale. Qualche giorno fa, di fronte a una platea di quaranta operatori del turismo invernale e rappresentanti della stampa sportiva, l’ufficio di promozione del territorio ha organizzato un incontro per illustrare gli eventi della prossima stagione invernale, la 2016-2017. A quanto se ne sa, al di là delle vicende sportive, hanno riscosso un forte interesse sia il wellness d’alta quota che le attività dei rifugi. Comunque sia, continua senza sosta l’attività di internazionalizzazione, anche in vista di importanti avvenimenti come i Mondiali di sci alpino del 2021.

Così, mentre nella Regina delle Dolomiti sbarcavano i taiwanesi della  Makoto Express International – grosso tour operator di Taipei City – e altri agenti di aziende di comparto di Shangai i rappresentanti di Cortina Marketing Se.am tornavano dal Giappone, dove avevano illustrato la città prima alla fiera Jata Tourism Expo Japan (la più importante del paese del Sol Levante, con 170mila visitatori) e poi a due workshop organizzati da Enit Tokyo a Tokyo e ad Osaka.  Pare che sia emerso un grande interesse per la stagione autunnale, di certo non la preferita in Occidente. Secondo l’ufficio di promozione non deve stupire: i giapponesi sono amanti del cambio dei colori.

E poi, si tratta di difendersi. Secondo Gabriella Talamini, direttore di Cortina Marketing Se.Am., presente alla fiera e ai workshop giapponesi. «da qualche tempo, oltre alle classiche destinazioni alpine europee, si stanno proponendo molte località dell’Est Europa con gli stessi prodotti per la vacanza estiva a prezzi molto concorrenziali. È pertanto di fondamentale importanza essere sempre presenti a queste iniziative, soprattutto in un mercato come il Giappone, dove la fiducia reciproca ed il contatto diretto va di pari passo con la promozione, al di là della notorietà o meno di una località».

 

Marco de’ Francesco

Puoi leggere anche

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie