Menu

Torna Cortinametraggio, il festival che ha lanciato Paolo Genovese

Pubblicato il 12 marzo 2018 in Appuntamenti

cortinametraggio  

Dal 19 al 25 marzo torna Cortinametraggio, il primo e più importante festival di corti in Italia. La manifestazione nasce negli anni Novanta da un’idea di Maddalena Mayneri con l’obiettivo di promuovere il rapporto speciale tra Cortina e il cinema, avvicinando il pubblico al mondo della cinematografia attraverso proiezioni, dibattiti e incontri. I numeri che accompagnano le diverse edizioni del festival sono di tutto rispetto, con circa 6mila presenze l’anno nei vari eventi e 2.400 nella sala del cinema Eden, dove si svolgono le proiezioni. Cortinametraggio ha lanciato talenti come Paolo Genovese, vincitore nel 2016 del David di Donatello e dei Nastri d’Argento con Perfetti Sconosciuti, ma anche Giuseppe Marco Albano e Alessandro Capitani, vincitori del David rispettivamente con i corti Thriller nel 2015 e Bellissima nel 2016.

Per l’edizione 2018 arriveranno a Cortina autori e attori da tutta Italia, in gara con le loro opere, selezionate da Maddalena Mayneri, Vincenzo Scuccimarra e Cosimo Alemà, rispettivamente direttori artistici del festival, della sezione Cortometraggi e della sezione Videoclip musicali. L’opportunità offerta ai giovani protagonisti è mostrare il proprio lavoro a giurie specializzate, stampa locale e soprattutto un pubblico numeroso.

Le novità 2018

Accanto alle due sezioni tradizionali, Cortometraggi e Videoclip musicali, il festival si arricchisce quest’anno di alcuni importanti momenti: per esempio il Premio Medusa per la miglior sceneggiatura per un’opera prima di lungometraggio, la sezione Branded Entertainment, che consiste nella creazione di contenuti editoriali dal forte valore di intrattenimento, prodotti o coprodotti da un brand, e anche Cortinametraggio in viaggio, una sezione itinerante che prenderà il via il 22 e 23 settembre con la prima tappa a Pietrasanta, dove verranno presentati i migliori cortometraggi e videoclip musicali di Cortinametraggio 2017.

La giuria, composta da qualificati professionisti del settore cinematografico, assegnerà il premio in denaro al miglior cortometraggio assoluto, alla miglior sceneggiatura, al miglior attore e alla miglior attrice. Ci saranno poi il premio del pubblico, una serie di riconoscimenti per le varie sezioni e un importante premio che prevede la circolazione di un corto scelto dall’Anec-Fice in 450 sale cinematografiche d’essai.

Il Premio Generation Future

Martedì 20 marzo all’interno di Cortinametraggio si sfideranno sei lavori per il Premio Generation Future, indetto dalla commissione del Progetto MigrArti e dal direttivo del CIR – Consiglio italiano per i Rifugiati. I film sono stati selezionati sulla base della capacità di parlare ai più giovani a proposito dei flussi migratori e delle storie di integrazione positiva nel nostro paese. La volontà è quella di diffondere messaggi di integrazione e di accoglienza per coltivare tali sentimenti anche in bambini e adolescenti. La composizione della giuria Generation Future sarà affidata ai referenti del progetto e sarà composta da alcuni studenti dell’Istituto comprensivo di Cortina d’Ampezzo – Belluno. Saranno inoltre presenti gli studenti della Scuola Media Zardini. A fare da testimonial e a guidare i giovani giurati nel decretare il corto vincitore arriveranno Monica Guerritore e Enzo D’Alò affiancati da Roberto Zaccaria, Paolo Masini e Maddalena Mayneri. Il premio sarà assegnato durante la serata di premiazione del 24 marzo.

Cortinametraggio, il programma

Cortinametraggio si aprirà ufficialmente lunedì 19 marzo alle 17.30 con il cocktail di inaugurazione al Grand Hotel Savoia. Alle 20 al Cinema Eden cominceranno le proiezioni. Martedì 20 marzo la giornata sarà dedicata al Premio Generation Future, mentre le proiezioni in concorso riprenderanno alla sera. Mercoledì 20 marzo dalle 15 alle 17.30 si terrà il primo workshop al Grand Hotel Savoia, dal titolo Marketing per filmakers: distribuzione, aziende e web nel 2018. Proiezioni dalle 19. Giovedì 22 marzo la giornata si aprirà con un altro workshop I diritti musicali nei film – istruzioni per l’uso a cura di Universal Music Publishing Group. Alle 17 la Cooperativa di Cortina presenterà il libro No pasta no show di Claudio Trotta. Proiezioni alle 19.

La giornata del 23 marzo sarà particolarmente intensa. Si comincerà alle 9 con Laboratorio intensivo di recitazione e regia: dirigere gli attori a cura di Gianni Amelio (su prenotazione). Alle 13 allo Stadio Olimpico del Ghiaccio si terrà la sfida Curling che passione tra i protagonisti di Cortinametraggio. Nel pomeriggio si riprenderà con Laboratorio intensivo di recitazione e regia: dirigere gli attori a cura di Gianni Amelio (su prenotazione). Alle 17 la Cooperativa di Cortina presenterà il libro Ai margini di Francesco Gallo Garzia. Le proiezioni riprenderanno alle 19. Sabato 24 sarà il giorno della premiazione. Si comincerà alle 9 con Laboratorio intensivo di recitazione e regia: dirigere gli attori a cura di Gianni Amelio (su prenotazione). Alle 18 la Cooperativa di Cortina presenterà il libro Padre quotidiano di Gianni Amelio. Alle 20 all’Alexander Girardi Hall si terrà la cerimonia di premiazione Cortinametraggio 2018, con special Guest “Ladyvette”.

Foto: cortinametraggio.it

Related Post

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie