Menu

Sicurezza sulle Dolomiti: i numeri del soccorso alpino della Finanza

Pubblicato il 28 aprile 2016 in Cronaca

Guardia_finanza_Cortina  

CORTINA D’AMPEZZO – Hanno soccorso più di 80 sciatori infortunati; d’altra parte sono addestrati all’uso del defibrillatore semiautomatico e formati per il trattamento extra ospedaliero dei traumi. Hanno svolto diversi controlli per contrastare il fenomeno dei “maestri abusivi”, emergenza (segnalata a novembre, peraltro, dal viceprefetto vicario reggente Carlo De Rogatis, nel corso di una riunione con le forze dell’ordine; ndr) le cui dimensioni non sono ancora del tutto note. Si tratterebbe di “maestri” privi dei titoli richiesti dalla legge per svolgere la professione; o di altri che, pur essendo in ordine con i requisiti normativi, non hanno dichiarato l’inizio della loro attività; in tutti i casi il pericolo c’è, perché gli uni e gli altri in genere non sono assicurati. È emerso che «uno dei soggetti controllati, di origine straniera, è stato verbalizzato, in quanto non in regola con le previste autorizzazioni regionali per l’insegnamento dello sci alpino in provincia».

Quanto al rispetto delle norme che regolano l’attività sulle piste, hanno poi accertato due violazioni, «una per l’irregolare uso della motoslitta in pista e l’altra per la risalita della pista con gli sci d’alpinismo al di fuori delle aree consentite». Inoltre, «hanno concorso allo svolgimento di servizi di pronto intervento e di ordine pubblico a Cortina d’Ampezzo, in occasione della Coppa del Mondo Femminile di Sci e della recente Coppa del Mondo di Snowboard Cross, nonché ai servizi di assistenza ad altre quindici manifestazioni agonistico – sportive nel Bellunese».

Sono impiegati da Cortina a Sappada

Sono i militari del S.A.G.F., e cioè delle Stazioni di Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Cortina d’Ampezzo e di Auronzo di Cadore, «quotidianamente impiegati nei comprensori delle Cinque Torri di Cortina d’Ampezzo e di Colle Santa Lucia e del Monte Siera di Sappada». Il fatto è che al termine della stagione invernale, è l’ora di fare il punto sulle attività svolte. Tra le tante, quella delle unità cinofile «che hanno contributo alle turnazioni di pronto impiego presso l’elisuperficie del S.U.E.M. 118 di Pieve di Cadore, per essere immediatamente elitrasportate in caso di valanga». Si rende noto, infine, che «il personale di entrambe le Stazioni S.A.G.F. ha continuato ad addestrarsi, in collaborazione con l’elicottero della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Bolzano, simulando l’evacuazione di una seggiovia, con contestuale realizzazione di un servizio per la trasmissione “Linea Bianca” di Raiuno; lo stesso personale ha preso parte, inoltre, a un’esercitazione interforze di ricerca aeromobile di disperso sull’Altopiano di Asiago (VI)».

Marco de’ Francesco

Related Post

Puoi leggere anche

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie