Menu

In passerella a Cortina la prima hypercar italiana full electric

Pubblicato il 23 dicembre 2016 in Cronaca

frangivento  

Sarà anzitutto esposta oggi, venerdì 23 dicembre, in Corso Italia, dalle 17. Farà anzi da apripista alla corsa dei babbi Natale, dal palazzo delle Regole fino alla farmacia Internazionale, dove verrà ufficialmente presentata al pubblico, alle 18,30. Lunedì 26 dicembre, poi, prenderà il volo, nel senso che sarà letteralmente trasportata in elicottero sino ai 2.475 metri d’altezza del Rifugio Ra Valles. Resterà lì sino al 6 gennaio. Nel frattempo, proprio alla mezzanotte del 31 dicembre, fasci di luce partiranno dalla vettura per illuminare le Dolomiti con i colori della bandiera italiana.  Si tratta della FV-Frangivento Asfanè, la prima hypercar italiana full electric. È un’automobile con un design futuristico concentrato in 4,6 metri di lunghezza, 2,05 di larghezza e 1,15 di altezza.

La macchina rappresenta anche un po’ il territorio. L’hypercar della Factory torinese FV-Frangivento, realizzata da Paolo Mancini grazie all’apporto del know-how di aziende rigorosamente italiane, è stata disegnata dal bellunese Giorgio Pirolo.  È peraltro una social car «che comunica con l’esterno grazie a transponder NFC programmati per dialogare con l’utente, dispone di una nuova tecnologia che, grazie ad un sistema di sensori, le permette di monitorare le performance in pista fornendo feedback e selfie in tempo reale su smartphone o pc» – fanno sapere i costruttori. Ma è anche «l’auto del futuro, da 300 km all’ora.  È dotata di un telaio modulare studiato per ospitare sia una propulsione elettrica che una ibrida Nel caso dell’elettrica si ipotizza una potenza di 660 kw continuativi con 4 motori flusso assiale, ripartiti in 260 kw all’avantreno (2 x 130kw) e 400 kw al retrotreno (2 x 200 kw)». Sono quindici le aziende d’eccellenza che hanno portato alla realizzazione della macchina.

«La massima realizzazione di un sogno è portare esso stesso nei luoghi dove è stato concepito. Belluno è la mia città e meritava questo regalo. L’auto sta diventando il manifesto della realizzazione del sogno di una nuova generazione di giovani che hanno un’ inedita visione del futuro. – racconta Pirolo – senza averne i mezzi ma solo mettendo in sinergia le eccellenze del territorio italiano. Un segno di audacia, speranza e di concretezza».

Marco de’ Francesco

Puoi leggere anche

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie