Menu

Italia, il giorno della festa: in discesa trionfano Nadia Fanchini e Dominik Paris

Pubblicato il 20 febbraio 2016 in Cronaca, Discesa Libera

MONDIALI SCI ALPINO  

Chamonix e La Thuile distano poche decine di chilometri, separate dal traforo del Monte Bianco: siccome da mesi le donne dello sci chiedono a gran voce di unirsi agli uomini per aumentare il pubblico, si potrebbe cominciare già questa sera, con una grande festa tricolore. Non succedeva dai tempi di Tomba-Compagnoni: due azzurri sul gradino più alto del podio nella stessa giornata, nella stessa disciplina. Nadia Fanchini e Dominik Paris, con due prestazioni straordinarie nella pulizia della sciata, hanno vinto infatti le discese di La Thuile e di Chamonix.

Nadia, trent’anni e due ginocchia da ottantenne a causa di un’infinita serie di infortuni, si è presa il lusso di negare alla Vonn la gioia numero 77 della carriera. L’americana si è dovuta accontentare del secondo posto, che significa controsorpasso sulla Gut (solo 11esima). La gioia delle ragazze azzurre però non finisce qui: sul gradino più basso del podio torna infatti Dada Merighetti, che solo ieri aveva dato l’impressione che questa stagione, costellata come al solito di incidenti e infortuni, era quella del declino definitivo. La bresciana (che in carriera ha vinto solo a Cortina) ha invece smentito tutti sfoderando una prestazione che ha sorpreso perfino se stessa. Per le azzurre l’inedita pista di casa ha portato bene: settima è arrivata Francesca Marsaglia, nona un’ottima Elena Curtoni. La vittoria della maggiore delle sorelle Fanchini è la seconda in carriera e la seconda stagionale per l’Italia dopo la vernice di Soelden di Federica Brignone.

Tempo di festeggiare, e tra i maschi ha subito concesso il bis Dominik Paris: il missile della Val d’Ultimo ha dimostrato di essere in un ottimo momento (due settimane fa secondo in Corea, ieri secondo in Combinata Alpina) e questa volta ha lasciato tutti alle spalle su una pista che asseconda le sue caratteristiche di scorrevolezza; sul podio con lui altri due specialisti della velocità come Steven Nyman e Beat Feuz. Per l’azzurro, classe 1989, è la vittoria numero 4 in carriera. Molto bene anche Peter Fill, quinto: l’altoatesino rosicchia qualche punto in classifica di specialità a Theaux e ne guadagna parecchi su Jansrud, deludente quest’oggi. Con il “vincitore morale” Svindal ancora in testa ma virtualmente fuori dai giochi (perderà anche le ultime due a Kvitfjell e Sankt Moritz per infortunio), Fill ha 69 punti di vantaggio su Theaux, 73 su Jansrud e 79 su Paris, che visto il momento non è da considerarsi fuori dai giochi. Due buoni piazzamenti potrebbero bastare per sollevare la prima coppa del Mondo di discesa della storia dello sci azzurro.

Andrea Saule

DISCESA DONNE LA THUILE (ITA)

1. Nadia FANCHINI 1:24.80; 2. Lindsey VONN (Usa) +0.14, 3. Daniela MERIGHETTI +0.72; 4. Larisa YURKIW (Can) +0.93; 5. Laurenne ROSS (Usa) +1.02; 7. Francesca MARSAGLIA +1.45, 9. Elena CURTONI +1.71.

DISCESA UOMINI CHAMONIX (FRA)

1. Dominik PARIS 1:58.38 2. Steven NYMAN (Usa) +0.35; 3. Beat FEUZ (Sui) +0.39, 4. Guillermo FAYED (Fra) +0.80 5. Peter FILL (Ita) +0.89. 6. Adrien THEAUX (Fra) +1.15.

CLASSIFICA GENERALE DONNE:

1. Lindsey VONN (Usa) 1.140; 2. Lara GUT (Sui) 1.097; 3. Viktoria REBENSBURG (Ger) 878; 4. Frida HANSDOTTER (Sve) 701; 5. Tina WEIRATHER (Lie) 659; 7. Nadia FANCHINI 558, 12. Federica BRIGNONE 433.

CLASSIFICA DISCESA DONNE:

1. Lindsey VONN (Usa) 580; 2. Larisa YURKIW (Can) 407; 3. Connie HUTTER (Aut) 387; 4. Fabienne SUTER (Svi) 383; 6. Nadia FANCHINI 300.

CLASSIFICA GENERALE UOMINI

1. Marcel HIRSCHER (Aut) 1.045; 2. Henrik KRISTOFFERSEN (Nor) 947; 3. Aksel Lund SVINDAL * (Nor) 916; 4. Kjetil JANSRUD (Nor) 790; 5. Dominik PARIS 630, 6. Peter FILL 613.

CLASSIFICA DISCESA UOMINI:

1. A.L. SVINDAL * (Nor) 436; 2. Peter FILL 410; 3. Adrien THEAUX (Fra) 341; 4. Kjetil JANSRUD (Nor) 337; 5. Dominik PARIS 331.

Puoi leggere anche

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie