Menu

Matteo Marzotto (e gli altri) a parlare di imprenditoria a Cortina

Pubblicato il 29 agosto 2017 in Agenda

unnamed (4)  

Di lui si sa che ama la musica classica, il motocross e la mountain bike. Che è impegnato in attività di responsabilità sociale, in quanto vicepresidente della Fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica. Ma soprattutto che è un noto imprenditore e manager figlio del conte Umberto e della notissima Marta, scomparsa l’anno scorso.  Il cinquantenne Matteo Marzotto, esponente della sesta generazione della storica famiglia vicentina, già alla guida di Valentino Spa e di Vionnet e di istituzioni come Enit (Agenzia nazionale del turismo) e Fondazione Cuoa, è impegnato professionalmente su diversi fronti come vice presidente esecutivo di Ieg Spa e presidente di Dondup. Si sa che a 20 anni è entrato nel mondo della moda: lavorava nelle aziende legate alla famiglia. Un lungo apprendistato per conoscere a fondo la filiera del tessile e dell’abbigliamento. In questo contesto, a quanto se ne sa, avrebbe sviluppato una filosofia particolare, orientata al well done, alla passione per le cose fatte bene, con cura per i dettagli. Comunque sia, tra le altre cose che si sanno, la circostanza di aver guidato la Fiera di Vicenza dalla fine del 2013; e quella di essere diventato  da novembre 2016 è vice presidente esecutivo di Italian Exhibition Group, la società  nata dall’unione della Fiera di Rimini con la Fiera di Vicenza. Insomma, l’uomo è noto e molte cose si sanno.

Ma chi volesse saperne di più, ha  una buona chance oggi martedì 29 agosto, alle 18, al Cristallo Resort & Spa. Sarà infatti impegnato in un dialogo con Andrea Cangini, direttore di QN – Il Resto del Carlino. Tutto ciò nel contesto della rassegna “Talenti: storie di imprese straordinarie”, patrocinata dal Comune di Cortina d’Ampezzo e organizzata dal Cristallo, e dal Gruppo QN. Nel corso della rassegna, dal 27 al 31 agosto, sono presentati «cinque protagonisti del nostro tempo – affermano gli organizzatori – modelli virtuosi di imprenditorialità e creatività Made in Italy. I cinque ospiti racconteranno il “bello, buono e ben fatto” delle imprese italiane di eccellenza». Uno di questi è appunto Marzotto. «Al quale – terminano – è stata assegnata una parola chiave: multitasking. Lavorare in parallelo su vari ambiti, lasciando la porta aperta alle contaminazioni creative tra settori differenti, richiede plasticità adattativa e versatilità, competenze fondamentali per essere competitivi sui mercati globali e anticipare i trend del futuro. Qualità che possiede Matteo Marzotto, identificato come uno dei volti ambassador dell’Esposizione Universale Expo Milano 2015».

Ecco il programma completo. Domani, mercoledì 29, tocca ad Alessandro Benetton. Giovedì a Brunello Cucinelli.

Marco De’ Francesco

Puoi leggere anche

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie