Menu

Olimpiadi 2026: il Coni candida Cortina, Milano e Torino

Pubblicato il 1 agosto 2018 in Sport

 

Due eventi sportivi internazionali in cinque anni a Cortina d’Ampezzo: l’ipotesi è più vicina dopo che oggi 1 agosto la giunta del Coni ha ufficializzato la candidatura italiana per le Olimpiadi invernali 2026. Candidatura che, fatto finora inedito, comprenderà tre città: Cortina d’Ampezzo, Milano e Torino. Ora la palla spetta al Cio, che dovrà decidere quale dossier è il migliore fra la candidatura italiana – che al momento manca di un nome iconico che metta insieme le tre città in un unico brand – e le concorrenti Calgary (Canada), Sapporo (Giappone), Stoccolma (Svezia) e Erzurum (Turchia).

Il sindaco di Cortina Giampietro Ghedina è ovviamente soddisfatto: «È una soluzione che ci trova sostanzialmente d’accordo, perché, da come ci è stata comunicata dal Coni, verrebbero prese in considerazione alla pari le tre città, ognuna delle quali mette a disposizione le proprie eccellenze».

L’obiettivo del primo cittadino è portare le gare di sci sulle Tofane: «Noi naturalmente metteremmo la neve – dice Ghedina –, per la parte più importante, quella delle gare di sci. È una scelta che qualcuno ha definito politica, ma io credo possa essere una buona proposta per l’Italia mettere le tre città alla pari, anche l’economizzazione delle spese».

Si unisce alla soddisfazione il presidente della Regione Veneto Luca Zaia: «Accogliamo con gioia questa bellissima notizia per il Veneto: Cortina farà parte della candidatura italiana alle olimpiadi invernali del 2026. Ringrazio il Coni e il Presidente Malagò per l’equilibrio e la correttezza mantenuti anche nelle fasi più complesse della vicenda. Grazie a tutta la squadra che ha lavorato per la nostra candidatura, a chi ha redatto il dossier, al sindaco e al consiglio comunale di Cortina, alle categorie e a tutti coloro, veneti e non veneti, che ci hanno sostenuto e incoraggiato».

Il presidente della Regione punta sull’effetto continuità fra le due grandi kermesse nella Perla delle Dolomiti: «Ora stiamo organizzando i mondiali di sci del 2021 – dice Zaia – e l’appuntamento del 2026 sarà in perfetta continuità. Sono certo che faremo fare bella figura allo sport italiano e al Coni».

Related Post

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie