Menu

Supercar Frangivento in mostra sul monte Cristallo. Ecco le foto

Pubblicato il 22 dicembre 2017 in Cronaca, Sport

Frangivento  

La supercar torna sulle Dolomiti. Proprio un anno fa, l’auto elettrica disegnata e progettata dal bellunese Giorgio Pirolo e realizzata dal torinese Paolo Mancini aveva fatto capolino nel Bellunese, con tappa in alta montagna. In questi giorni, dal 27 dicembre al 6 gennaio, si potrà ammirare sia la Frangivento Charlotte Roadster (evoluzione della Asfanè, il modello dell’anno scorso) sia un prototipo di una nuova vettura elettrica a 2.200 metri, sul monte Cristallo. La versione roadster dotata di interni destramente curati per pellami, materiali e soluzioni tecnologiche oltre che di un vero e proprio acquario integrato nell’abitacolo. Il modello, presentato a Monte Carlo e al recente Salone dell’auto di Torino, è noto come “l’auto con l’acquario”.  L’utilitaria elettrica, invece, a emissioni zero, girerà anche per le strade bellunesi.

Tutte le foto della supercar Frangivento

2017 06 07 FV Frangivento Charlotte Gold Salone di Torino 2017 (5)
2017 06 07 Salone di Torino 2017 (3)
Frangivento Charlotte gold a Torino 2017
Frangivento Cortina 2016_2017 (1)
Frangivento Cortina 2016_2017 (5)
Frangivento Cortina 2016_2017 (8)
Frangivento Cortina 2016_2017 (11)
Frangivento Cortina 2016_2017 (13)
Frangivento in volo 2016
Frangivento Ra Valles Giorgio Pirolo
Frangivento sulla Tofana nel 2016 c
FV Frangivento Giorgio Pirolo e Paolo Mancini con Del Rio e Chiamparino

Per Pirolo e Mancini «la maestosa vetta del Cristallo è una perfetta galleria del vento naturale per raccogliere informazioni molto importanti per lo sviluppo aerodinamico del progetto. I dati registrati lo scorso anno sulla Tofana sono stati essenziali. Grazie ai nostri ingegneri sono stati tradotti in modifiche estetiche sulla forma stessa della vettura». In particolare, per quanto riguarda l’utilitaria, Mancini afferma che «stiamo continuando lo sviluppo non solo di Asfanè e Charlotte ma anche di una gamma di prodotti fra cui la citycar per tutti. In parallelo, con l’hashtag #sipuofare, cerchiamo di lanciare un messaggio che motivi i giovani, che leghi la mobilità del futuro alle nuove tecnologie, alla voglia di non arrendersi, all’artigianalità italiana e alla consapevolezza di aver l’enorme responsabilità di salvaguardare e tramandare un patrimonio culturale italiano fatto da 100 anni di storia dell’automobile». In sintesi, chiude Pirolo, si vuole «portare la nostra auto come un manifesto sulle più belle cime del mondo, per dire all’Italia che dobbiamo assolutamente ridurre le emissioni delle nostre auto. Nonostante l’attuale mancanza di prodotti validi e infrastrutture, anche in Italia la mobilità ecosostenibile si può fare».

Marco de’ Francesco

Related Post

Puoi leggere anche

Più letti

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie