Menu

Thoeni, Tomba, Fill: per 18 volte la Coppa del mondo ha detto Italia

Pubblicato il 18 marzo 2016 in Sport

Thoeni-Gustavo-coppe  

Ci sono voluti cinquant’anni per portare la Coppa del mondo di discesa maschile in Italia. La vittoria di Peter Fill regala di diritto allo sciatore altoatesino un posto d’onore a fianco di grandi campioni del passato. Per 18 volte la Coppa del mondo di specialità si è colorata di azzurro. Una storia, quella tra la Coppa del mondo e lo sci italiano, a volte incostante. Costellata di grandi successi sì, ma anche di periodi di buio. Un tragitto per certi versi a slalom che ha però regalato all’Italia tante soddisfazioni e tanti campioni entrati di diritto nella storia.

La prima volta di Gustav Thoeni

Il primo fu Gustav Thoeni, un predestinato. Aveva solo 18 anni quando l’11 dicembre 1969, in Val-d’Isère, disputò la sua prima competizione della Coppa del mondo. Paura della prima volta? Può essere, ma di sicuro nessuno se ne accorse dato che tagliò per primo il traguardo nello slalom gigante. Se le premesse furono buone, ancor meglio furono i risultati finali dato che a fine stagione arriverà per lui la Coppa del mondo. Un amore, quello tra Gustav e la Coppa, che continuerà felicemente ancora per molto tempo dato che fino alla stagione 1973/74, tra gigante e slalom, portò sempre a casa la coppa, per un totale di cinque successi.

Piero Gros e la “valanga azzurra”

Un 1974 particolarmente felice per gli atleti italiani: il 7 gennaio, a Berchtesgaden, i primi cinque piazzamenti dello slalom gigante furono occupati tutti da sciatori azzurri. In quell’occasione, la stampa coniò il termine “valanga azzurra” per definire la netta supremazia italiana nello sci internazionale. Sul gradino più alto del podio salì Piero Gros che a fine stagione conquistò la Coppa del mondo di quella disciplina. In occasione dei Giochi Olimpici di Torino, nel 2006, è tornato a vestire i panni di atleta tenendo in mano per un un tratto di corsa la fiamma olimpica che ha poi consegnato nelle mani di Deborah Compagnoni.

I successi di Alberto Tomba

Dopo la “valanga azzurra” degli anni Settanta, bisognerà aspettare una decina d’anni prima di vedere un’altra valanga, “Tomba la bomba”, scendere giù nello sci italiano. Il suo nome è Alberto Tomba, nato nel 1966 (aveva tre anni quando Thoeni conquistò il suo primo titolo) e conquisterà ben otto Coppe del mondo nelle varie specialità. Un rapporto, quello tra Tomba e la Coppa del mondo, iniziato subito col botto, come vuole il suo soprannome sportivo: nel 1988 conquisterà ben due titoli, gigante e slalom speciale. Fino a metà degli anni Novanta rimarrà ai vertici dello sci internazionale. Fu lui a introdurre la fiamma olimpica all’interno dello Stadio Olimpico nel corso dell’inaugurazione dei Giochi Olimpici di Torino, dando così inizio all’ultima parte della staffetta.

Le ultime volte… prima di Fill

Peter Runggaldier, Giorgio Rocca e Manfred Moelgg completano l’elenco dei vincitori maschili della Coppa del mondo. Il primo, originario di Bressanone, conquistò il titolo del supergigante nel 1995, portando per la prima volta lo sci italiano ai vertici di questa disciplina. Giorgio Rocca vinse la classifica slalom nel 2006, anno delle Olimpiadi di Torino, durante le quali recitò, a nome degli atleti italiani, il giuramento ufficiale. Manfred Moelgg nel 2008 vinse a 25 anni nello slalom. Fu quella l’ultima volta che la Coppa si colorò di azzurro, otto anni fa. Poi, come una nuova valanga, è arrivato Fill.

I cinque successi femminili

Deborah Compagnoni, Isolde Kostner, Denise Karbon. È questo il trio femminile che ha portato l’Italia alla conquista di cinque Coppa del mondo. Il primo successo targato “rosa” fu quello di Deborah Compagnoni nel 1997. Nonostante i tanti infortuni subiti in carriera, la più vittoriosa sciatrice italiana di sempre quell’anno è riuscita a primeggiare nella classifica del gigante. Isolde Kostner fece doppietta di discesa tra 2001 e 2002, mentre Denise Karbon fu l’ultima vincitrice femminile nel 2008.

Samuele Marchi

Le 18 vittorie azzurre nella Coppa del mondo

UOMINI
Gustavo Thoeni (vincitore classifica generale di Coppa del mondo nel 1971, 1972, 1973 e 1975):
1° posto gigante 1969/70
1° posto gigante 1970/71
1° posto gigante 1971/72
1° posto slalom 1972/73
1° posto slalom 1973/74

Piero Gros (vincitore classifica generale di Coppa del mondo nel 1974):
1° posto gigante nel 1973/74

Alberto Tomba (vincitore classifica generale di Coppa del mondo nel 1995):
1° posto gigante 1987/88
1° posto gigante 1990/91
1° posto gigante 1991/92
1° posto gigante 1994/95
1° posto slalom 1987/88
1° posto slalom 1991/92
1° posto slalom 1993/94
1° posto slalom 1994/95

Peter Runggaldier
1° posto supergigante 1994/95

Giorgio Rocca
1° posto slalom 2005/06

Manfred Moelgg
1° posto slalom 2007/08

Peter Fill
1° posto discesa 1015/16

DONNE
Isolde Kostner
1° posto discesa 2000/01
1° posto discesa 2001/02

Deborah Compagnoni
1° posto gigante 1996/97

Denise Karbon
1° posto gigante 2007/08

Related Post

Puoi leggere anche

Copyright © 2016 CortinaSki2021 | Media Accelerator | Partita IVA: 02906890211Policy Privacy e Cookie